top of page

Denti bianchi fai da te? 2* parte

Nella prima parte del post abbiamo visto da quali strutture sono formati i nostri denti, perché i nostri denti ci appaiono gialli, come funzionano i dentifrici sbiancanti abrasivi e perché andrebbero evitati (in caso ve lo siate perso, eccovi il link).

Oggi parleremo dei dentifrici sbiancanti con pigmenti blu che stanno hanno andando molto di moda ultimamente, di rimedi casalinghi proposti sui social, web o riviste e infine vedremo cosa fare (e non fare!) per evitare di avere un sorriso alla Joker.

Dentifrici sbiancanti con pigmenti blu- viola

Questo tipo di dentifrici solitamente non contiene particelle abrasive, quindi a differenza dei classici sbiancanti, non andranno a creare un’abrasione dello smalto.

Vi dirò di più, questo è l’unico tipo di dentifricio sbiancante che funziona e fa quello che promette, ma vediamo come funzionano.

Ne aveva già parlato Elena in alcune stories, in sostanza agiscono “tingendo” i denti, i pigmenti blu o viola contenuti nella pasta dentifricia restano adesi ai denti, soprattutto dove è ancora presente placca batterica, colorandola e facendo apparire il dente nel complesso più bianco.

Perché?

teoria dei colori complementari

Tutte le ragazze sanno che se hanno un’occhiaia blu-viola devono usare un correttore giallo-aranciato per coprirla.

Sappiamo tutti come il blu sia il colore complementare all’arancione e il viola al giallo.

Esattamente come in cosmetica questa regola funziona perfettamente anche in bocca, questi dentifrici possono essere definiti come “prodotti cosmetici”.

Di fatto stiamo truccando il nostro sorriso, ma funziona!

Qual è la fregatura? La durata dell’effetto.

A differenza di un buon correttore che può durare anche tutto il giorno, l’effetto di questo dentifricio-cosmetico dura solo pochi minuti dopo l’uso.

Questo è il motivo per cui io lo trovo inutile.

L’unica situazione in cui potrebbe essere utile è quella di uno “speed date”, dove tra un pretendete e l’altro abbiate la possibilità di correre in bagno a riapplicare il dentifricio. In questo caso potrebbe aiutarvi a fare colpo. ;-)

Dentifrici neri contenenti carbone attivo

Diversi pazienti mi hanno detto di essersi imbattuti in video sui social come Instagram, nei quali venivano pubblicizzati questi dentifrici neri miracolosi e rimasti colpiti hanno deciso di ordinarli.

Ovviamente sono andata a scuriosare.

Questi video mostrano ragazze/i che si spalmano questa poltiglia nera sui denti e sfregano con lo spazzolino ben bene per diversi minuti oppure, a seconda delle filosofie, la lasciano agire qualche minuto senza sfregare. Magicamente il loro sorriso diventa subito di un bianco accecante.

Magia? Ovviamente no.

Questa pasta miracolosa agisce in parte come il classico abrasivo e in parte disidratando il dente, andando ad assorbire acqua da quest’ultimo.

Infatti, il dente disidratato appare di un bianco gessoso (a mio avviso decisamente bruttino come aspetto).

Anche in questo caso, comunque, appena chiuderete la bocca e la saliva andrà a reidratate i denti ecco che l’effetto svanirà.

Rimedi casalinghi fai da te

Dovete sapere che la poltrona del dentista fa un po' lo stesso effetto del confessionale in Chiesa, la gente viene, ammette le sue colpe e chiede la redenzione, possibilmente rapida e indolore.

Quindi tratto da una storia vera eccovi: I migliori Rimedi “fai da te”

Argilla

Paz:“Io da anni uso l’argilla al posto del dentifricio, perché è naturale, sbianca e poi ho sentito che nel dentifricio c’è il fluoro che mi cristallizza la ghiandola pineale!”

Io:“mi scusi, ma queste cose gliele ha riferite il suo medico?”

Paz:“No, una mia amica che si occupa di Naturopatia!”

Bene.

La mia reazione

Ovviamente l’argilla è abrasiva e questa persona aveva i denti: completamente abrasi, gialli a causa dell’assottigliarsi dello smalto e soprattutto sensibilissimi.

Sul discorso fluoro e di come il governo lo usi per controllare le nostre menti, vi prometto che ci torneremo presto.

Bicarbonato e limone

Paziente in prima visita: “dottoressa, ma come mai io non ho denti belli come i suoi?”

I complimenti fanno sempre piacere, ma dopo pochi minuti ho scoperto che era abitudine del paziente spazzolarsi con uno spazzolino a setole dure e una mistura di Bicarbonato e succo di limone. Aveva trovato questa ricetta in un giornale e ovviamente lo faceva perché vedeva i suoi denti macchiati, a causa del pacchetto di sigarette che si fumava tutti i giorni.

Ormai avete imparato che la combinazione acido+abrasione+fumo è la peggior cosa che possiate fare per il vostro sorriso.

Il classico cane che si morde la coda.

L’acido demineralizza lo smaltoà l’abrasivo lo consuma ancora di più ->lo smalto diventa poroso -> si macchia col fumo ancora più di prima -> denti gialli, sottili, sensibili

Quindi devo tenermi i denti gialli?

uomini facoltosi con denti gialli

Perché no? Si può essere uomini affascinanti anche coi denti gialli.

Se pensi che i tuoi denti siano gialli non devi cercare rimedi miracolosi o tentare esperimenti “fai da te”, ma devi andare a chiedere consiglio ad un professionista: quindi dal medico odontoiatra (alias dentista) o dall’igienista di tua fiducia.

Questi valuteranno se:

  • I tuoi denti sono perfetti e bianchissimi, ma hai una visione distorta della realtà e li vedi gialli e brutti. Rimedi efficaci:

- psicologo

- oculista

  • I tuoi denti sono chiari, ma i canini sono gialli

- accettare il fatto che sia così e non fare niente

- uno sbiancamento selettivo professionale (eseguito da un medico odontoiatra oppure da dottore in igiene dentale)

  • I tuoi denti sarebbero chiari, ma hai molte macchie

- pulizia professionale (eseguito da un medico odontoiatra oppure da dottore in igiene dentale)

- limitare alimenti e bevande scure

- smettere di fumare

  • I tuoi denti sono oggettivamente gialli

- non sorridere mai, stile Victoria Beckham

- fregarsene (si vive bene lo stesso)

- sbiancamento professionale (eseguito da un medico odontoiatra oppure da dottore in igiene dentale)

Victoria Beckham ha dichiarato di non sorridere mai e di non uscire mai di casa senza occhiali da sole per evitare la formazione di rughe d’espressione. Se lo dice lei.

Bene, ormai abbiamo capito come tutti i metodi abrasivi siano controproducenti alla lunga, e quindi restino soluzioni da usare al massimo in caso di emergenza.

Esempio pratico:

dobbiamo sposarci a Ferragosto ed eravamo convinti di poter andare il 14 Agosto in studio a fare una pulizia o addirittura uno sbiancamento professionale, ovviamente senza prenotare.

Infine, breve guida per un sorriso smagliante:

  • Non fumare: “fumare non è cool, ma è da sfigati” è quello che dico ai pazienti giovanissimi, quando mi accorgo che fumano, penso sia valido comunque per tutti!

  • Curare la tua igiene orale domiciliare con estrema cura: sì, significa che bisogna usare anche il filo interdentale!

  • Fare controlli regolari dal dentista e programmare la pulizia quando necessaria

  • Non credere a tutto quello che leggi su internet e ai prodotti reclamizzati dalle fashion blogger

  • Per le ragazze, giocare d’astuzia e usare un rossetto del giusto colore che faccia risaltare il bianco del nostro sorriso (a questo proposito chiediamo consiglio alla mia “farma” preferita, Dott.ssa Elena)

  • infine Sorridi :D

sorrisi senza denti

In fondo per ridere di gusto, NON SERVONO I DENTI!

A presto

Elena B

elenaglia.b@gmail.com

#sbiancamentodenti #sorriso #igieneorale

Post in evidenza
Post recenti